Arduino e un approccio con la programmazione grafica..

Questa presentazione nasce con l’idea di rendere noto, a chi come me lo ha solo da poco scoperto, la possibilità di programmazione grafica della board di Arduino. E’ ben nota a tutti  la piattaforma hardware di Arduino e la possibilità che ha offerto di avvicinarsi al mondo dei microcontrollori ed approcciare il linguaggio di programmazione con un proprio ambiente di sviluppo integrato (IDE) di Arduino, un multipiattaforma scritta in Java che consente a neofiti, e chi è a digiuno di sviluppo software di approcciare la programmazione, realizzando dei programmi (sketch) di gestione della piattaforma e dei relativi dispositivi hardware esterni. Tutto questo è appunto possibile attraverso l’editor di testo incluso nell’IDE di Arduino che poi si occupa di compilare le righe di codice per poi caricarle nella board di Arduino con un semplice click.

Nonostante la semplicità di realizzazione di questo sistema, c’è chi ha reso ancor più semplice la programmazione di Arduino realizzando un sistema di programmazione grafica o visiva, con la quale non si scrive il programma, ma si disegna sfruttando degli ambienti grafici realizzati ad hoc.

Ed è così che si incontrano diversi ambienti grafici di programmazione, come: Scratch, ArduBlock, FlProg, MiniBloq, Bitbloq .. ambienti che si possono differenziare per la loro installazione ed interfaccia grafica, ma hanno in comune l’obiettivo di programmare Arduino con dei blocchi grafici o mattoncini opportunamente assemblati. Se non erro il primo ambiente grafico realizzato sia stato Scratch, nel 2003 ideato dal gruppo Lifelong Kindergarten del MIT Media Lab, guidato da Mitchel Resnick, e la sua società di consulenza, Playful Invention Company, con sede a Montreal, con l’intento di fornire un approccio agevolato alla programmazione visiva, al quale poi son derivate altri sistemi grafici, come appunto ArduBlock al quale mi sono imbattuto di recente e mi ha incuriosito per l’estrema semplicità di utilizzo, e la rapidità con cui si raggiunge l’obiettivo di realizzare uno sketch.

Una delle differenze fra i vari ambienti grafici, è l’installazione; ArduBlock è un plugin che va implementato nella IDE di Arduino, che ora andremo a vedere come implementarlo, in pochi semplici passaggi..

1 …Iniziamo con installare l’ultima versione IDE di Arduino, per chi non l’avesse già installata .. (è compatibile dalla versione 1.6..) da qui ovviamente in funzione del sistema operativo utilizzato si sceglie la versione di download adatta ..nel link ufficiare di arduino.cc

2 …poi si esegue il Download di ArduBlock da questo link si tratta di un file.jar (ardublock-161216-carabot.jar) che terremo da parte per il momento;

3 … a questo punto è necessario conoscere il percorso in cui la IDE di Arduino salva gli sketch, e questo è possibile lanciando la IDE di Arduino, e poi da File .. Impostazioni

si arriva alla schermata in cui si trova il percorso della cartella cercata ..

4.. ora nello stesso percorso della cartella C:\Users\user.name\arduino, occorre realizzare la struttura[sketchbook location]/tools/ArduBlock/tool , ovvero si dovrà realizzare la struttura di cartelle come in immagine che segue: sketches – tool – ArduBlockTool – tool

5.. a questo punto ci occorre il file .jar che avevamo messo da parte, all’interno della cartella “tool” dovrà salvare il file:  ardublock-161216-carabot.jar ;

6 .. perché possiamo utilizzare il plugin è necessario riavviare la IDE di Arduino

7 ..quindi, da Strumenti si può selezionare la nuova istruzione ArduBlock

8 .. clic su ArduBlock e si apre la nostra nuova area di lavoro, o monitor terminale  e da qui si può iniziare a programmare, o meglio ad assemblare i blocchi 😉

Una piccola nota che ritengo necessaria. Questo sistema grafico di programmazione, semplifica di molto l’utilizzo della board di Arduino e al contempo allontana ancor di più da quello che è a mio avviso la conoscenza del vero linguaggio di programmazione, che la piattaforma al di fuori di questi sistemi grafici, offre, seppur in maniera limitata. Pertanto non è da sottovalutare questo aspetto, potrebbe essere in tal senso utile la possibilità che offre ArduBlock, di poter vedere il programma grafico realizzato con i relativi blocchi, e di leggere il codice dello stesso programma semplicemente aprendo l’IDE di Arduino nello stesso momento che si è realizzato il progr. grafico, cosi da poter leggere le righe di codice.

Ovviamente, come sempre si accettano consigli e correzioni per migliorare l’esposizione e i contenuti .. intanto provo a smanettare con ArduBlock .. 😉

Approfondimenti..

https://it.wikipedia.org/wiki/Scratch_(informatica)

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 1.089 times, 3 visits today)
Rating: 5.0/5. From 5 votes.
Please wait...
Precedente Unità di misura in breve .. e come scriverle. Successivo Arduino: realizzazione di uno sketch con ArduBlock.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.