Lampada da tavolo vintage, luce calda con pochi watt e tecnologia led!

Il vintage elettrico/nico mi è sempre piaciuto, come mi è sempre piaciuta la luce delle storiche lampade ad incandescenza, che indegnamente sono state bandite dal mercato perché energeticamente non convenienti e sostituite dalle non propriamente economiche (per l’utente finale, ma non per il produttore) e più inquinanti lampade fluorescenti compatte, note come CFL seppur sbandierate con vantaggi di risparmio energetico. Quest’ultime fortunatamente successivamente soppiantate in gran parte dalla nuova tecnologia LED che attualmente sta sostituendo l’intero parco lampade, riportando alla luce per gli amanti del vintage e non solo  le forme delle vecchie lampade ad incandescenza sfruttando la tecnologia Chip-On-Glass (COG) brevettata nel 2014.

Ora, dovendo procurarmi una lampada da tavolo per la mia postazione pc, e volendo cogliere l’occasione per rispolverare il mio DIY (do it yourself) non potevo farmi sfuggire l’occasione di realizzare la mia nuova lampada utilizzando una lampada led stile vintage ma con tecnologia all’avanguarda, che oltre al basso consumo mi garantisce una luce calda consona al tipo di lampada ed alle mie esigenze …e qui la tecnologia COG la fa da padrone.

Una breve illustrazione sui led a filamento.

Il diodo led a filamento detto anche COG (chip on glass) , viene realizzato su di una barretta di vetro  o zaffiro delle dimensioni di 0,5mm di spessore, 1mm di larghezza ed una lunghezza di 30 mm e su di questo supporto vengono posizionati circa 24 diodi led collegati in serie, e successivamente ricoperti da uno strato di fosforo per conferire una uniforme ed efficiente luminosità oltre al caratteristico colore emesso.

tecnologia led filamento

Questi diodi led sono poi installati all’interno di un bulbo di vetro, come le classiche lampade ad incandescenza, al cui interno si mantiene un gas inerte (solitamente elio o azoto)per impedire fenomeni di appannamento del vetro. La struttura di questo particolare diodo led, una volta posto sotto tensione riproduce l’effetto luminoso al pari delle vecchie lampade ad incandescenza, ed il filamento illuminato oltre a fornire una illuminazione a 360° riproduce lo stesso effetto del filamento di tungsteno delle vecchie lampade. All’interno della virola della lampada viene posizionato il circuito di alimentazione, che adatterà il valore della tensione di rete di 230 V 50 Hz al valore di tensione continua corretta per il numero di filamenti led che costituiranno la lampada.

Il filamento led, ha in genere una potenza di circa 1 W ed un’emissione luminosa pari a circa 100 lumen, pertanto le lampade che si trovano in commercio non solo in versione vintage, ospitano un numero di elementi led a filo che va da 2 ad 8 quindi con un consumo energetico dai 2 Wh agli 8 Wh, che le inseriscono nella classe di risparmio energetico A++, e coprono una durata di funzionamento tra le 20/30 mila ore. Per renderci l’idea dell’illuminamento, per chi avesse avuto modo di vedere/utilizzare lampade ad incandescenza, si può considerare che una lampada con elementi led a filamento di 8 W è pari ad una lampada ad incandescenza da 75 W, una bella differenza nel consumo. Inoltre non bisogna sottovalutare che le lampade al filamento led, non presentano problemi di riscaldamento, al punto che anche dopo ore di funzionamento possono essere toccate senza problemi (non supera i 65°C) , aspetto importante per i supporti di queste lampade; cosa che nelle vecchie lampade ad incandescenza non era possibile, già dopo pochi minuti di funzionamento erano intoccabili .

table lamp vintage DIY

Attenzione : In questa realizzazione, la tensione di alimentazione di questo dispositivo è quella di rete, ovvero la tensione di 230 V 50Hz, pertanto essendo noti i rischi, o meglio il rischio elettrico che è presente occorre prestare molta attenzione dapprima nel non lavorare in presenza di tensione ed in secondo luogo far eseguire questo tipo di attività  di collegamento elettrico ad esperti del settore: elettricista:

Quindi dopo aver conosciuto i diodi led a filamento e il ritorno delle vecchie lampadine, non resta che approfittarne per la mia realizzazione, e così mi sono procurato l’occorrente … ovviamente sul web, risparmio garantito.. 😉

Pertanto per realizzare una lampada da tavolo, mi occorreva dapprima un base ed in tal senso ho considerato qualcosa in legno, o meglio un supporto di un mobile…

base

per ospitare la lampada sulla base occorre un portalampada, e per rimanere nel vintage cosa c’è di meglio di un vecchio portalampada in metallo bronzato con attacco Edison E27 con interruttore annesso…

portalampada

da non dimenticare la barra filettata (diametro 9 mm) cava per fissare il portalampada alla base, questa si può tranquillamente reperire in un brico center,

barra filettata cava

ovviamente perché possa essere alimentata, ci vorrà un cavo elettrico per il collegamento alla presa di alimentazione, ed anche in questo caso non si poteva trascurare l’aspetto vintage della cosa, quindi un cavo cordato in tela è l’ideale, ed eccolo procurato…

cavo elettrico telato

ed infine, la mitica lampada vintage con led COG, anche qui la scelta è stata per quella con più aspetto vintage, ma vi assicuro che i modelli disponibili sono diversi c’è l’imbarazzo della scelta … 😉

lampada led filamento

Una volta disponibili i componenti, la realizzazione non ha avuto difficoltà particolari. Si è iniziato a rendere la base idonea all’utilizzo praticando i fori pe ril passaggio del cavo elettrico, ed il foro per il fissaggio del portalampada, poi è stato il momento di darle un colore idoneo alla lampada. Si è dapprima carteggiato la superficie per poi verniciarla con della tinta per legno e successivamente trattarla  per renderla lucida. Una volta pronta l base è stato sufficiente assemblare i componenti. Si è infilato il cavo nella base, poi fatto passare nella barra cava e quindi alla base del portalampada, collegato quest’ultimo e richiuso. Inserito la lampada nella portalampada, e il gioco è fatto…

lampada vintage

A questo punto non resta che accenderla …

lampada on

E goderci la sua luce ed aspetto vintage, ed un congruo risparmio energetico sani ingrediente di un  riuscito DIY. 😀

 Disclaimer

Questa esposizione utilizza immagini, testo frutto di una elaborazione propria rappresentata a scopo di studio e didattico,pertanto ogni possibile danno a cose e persone pe run utilizzo improprio delle informazioni non è responsabilità dell’autore che declina ogni responsabilità.

riferimenti per la tecnologia COG by Wikipedia

 

 

  

 

 

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 511 times, 1 visits today)
No votes yet.
Please wait...
Voting is currently disabled, data maintenance in progress.
Precedente La porta VGA dopo anni di onorato servizio, va in pensione. Successivo I diodi schottky in breve e l’identificazione dei dispositivi a semiconduttore.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.